Finale Emilia

Finale Emilia è posta all’estremo lembo orientale della provincia di Modena. È località di antichissimi insediamenti sperduti tra selve, acquitrini e paludi. Fu possedimento dell’Abbazia di Nonantola e le prime fonti storiche fanno risalire la sua origine all’anno 1009. Fu fortificata nel Medioevo dal padre di Matilde di Canossa che costruì il mastio del castello e dal XII secolo seguì sempre le sorti di Modena di cui fu il “Finale Fedelissimo”. Imponente è la struttura della Rocca Estense (1402), il cui corpo quadrilatero munito di torri, racchiude il cortile con triplice loggiato. Fu uno dei principali avamposti del ducato Estense, tappa obbligata delle comunicazioni fluviali tra Modena, Ferrara e Venezia. Fu vera città d’acqua: disponeva infatti di mulini, opifici, di un porto e di un arsenale. Fiorente centro di commerci, ebbe il suo massimo sviluppo nel XVIII secolo. Da vedere anche il Palazzo Comunale, con l’orologio e la statua di San Zenone, la Torre dei Modenesi o dell’Orologio (1213), il Duomo, la Chiesa del Rosario e la chiesa di San Bartolomeo. Foto di: Giovanni

Per saperne di più, visitate il sito del Comune di Finale Emilia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*