Zocca

 

Zocca nasce nel medioevo come base di un importante mercato di scambi. I commercianti si ritrovavano al centro del territorio del paesino, un tronco di legno tagliato. Il “ciocco di legno” in dialetto è detto “zoca”. Cultura A Zocca si trova la scuola di musica dedicata a Massimo Riva, chitarrista di Vasco Rossi. Un altro edificio è il Comune che presenta una sala consigliare, una biblioteca ben fornita, uffici riguardanti il paese e un nuovissimo teatro comunale ristrutturato da poco. Sono presenti quattro scuole: la scuola dell’infanzia (ex materna) statale di Zocca, la scuola dell’infanzia paritaria Ronchi, la scuola primaria (ex elementare) Juan Hilarion Lenzi, e la scuola secondaria di 1° grado (ex media) Martiri della Libertà. In frazione Monteombraro è presente una sezione distaccata dell’Istituto Agrario e Enogastronomico “Lazzaro Spallanzani”, che ha la sede principale a Castelfranco Emilia. Curiosità A Zocca il 18 settembre 1975 è nata Punto Radio, una delle prime emittenti radio libere italiane. Vasco Rossi era fra i fondatori. Da Punto Radio sono transitati molti personaggi, alcuni allora già famosi, altri lo sono diventati nel tempo, tra cui Gaetano Curreri (Stadio), Massimo Riva allora bambino, Renato Zero, Loredana Bertè, Paolo Mengoli, Ivan Cattaneo. Nella prima settimana d’agosto si svolge un importante Festival musicale denominato Festa della Libertà originariamente ideato da Massimo Riva ed altri giovani di Zocca per promuovere la cultura musicale e la libera espressione musicale. Raccoglie ogni anno migliaia di persone che si aggregano in pace per scambiarsi idee e per ascoltare altri ragazzi mentre si esprimono su di un palco. Enogastronomia Zocca è conosciuta per la famosa crescentina (o tigella), originariamente cotta nel camino con una foglia di castagno, che si può degustare nei locali del corso principale del paese. La tigella è il manufatto in terracotta da scaldare fra le braci e dove si cuoce poi la crescenta impilando 1 tigella, 1 foglia, 1 crescenta, 1 foglia, 1 tigella ecc. È inoltre sede della “Compagnia della cunza” con annesso museo del borlengo, specialità tipica locale. Nella stagione autunnale Zocca diviene la “Regina della Castagna”, grazie al frutto tipico della zona, insieme al Marrone di Zocca. Foto di: Primo Masotti

Per saperne di più, visitate il sito del Comune di Zocca

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*