Un Giro per Modena & Dintorni…

Il Giro d’Italia ritorna a Modena dopo 2 anni, con ben 2 Tappe (la 10 e la 11). In questo articolo vi faremo conoscere tutto quello che c’è da sapere sui percorsi in Provincia di Modena.

Giro
Altimetria

Tappa n° 10 Campi Bisenzio – Sestola

La decima frazione del Giro d’Italia avrà l’arrivo a Sestola, orario previsto tra le 16:30 e le ore 17:00

La partenza sarà da Campi Bisenzio (Pistoia) e  prevede un percorso di 219 chilometri, con quattro Gran premi della montagna, di cui due in territorio modenese a Pian del Falco (a 1.352 metri di altezza) e a Sestola (998 metri).

Il Giro entrerà nel territorio modenese a Montese e attraverserà Ponte di Samone, Marano, San Dalmazio, Serramazzoni, Pavullo, Polinago, Lama Mocogno, il ponte di Strettara, Montecreto e Fanano.

il Giro dice di Sestola…

La perla dell’Appennino Modenese raccontata dal Giro: “La storia di Sestola è legata a quella della sua fortezza, edificata già in epoca longobarda ma ricostruita più volte a partire dal 1500. Da borgo rurale, verso la fine del XIX secolo la città cominciò a sviluppare la sua attitudine turistica, sia estiva che invernale.

Oggi la stagione sciistica attira gli sportivi sul Monte Cimone, mentre nei mesi più caldi sono numerose le escursioni nel Parco del Frignano e tra i laghi e le cascate presenti in tutto il territorio”

T15_MadonnaDC_2_alt
Altimetria

 Tappa n° 11 Modena – Asolo 

La carovana del Giro partirà il 18 Maggio da Piazza Roma a Modena alle ore 11:45.

Una frazione quasi completamente pianeggiante, proseguirà poi lungo via Farini, via Emilia e via Ciro Menotti, per dirigersi a Nonantola, attraversare Stuffione di Ravarino, Camposanto e Finale Emilia per poi entrare in territorio ferrarese e concludersi ad Asolo (in provincia di Treviso) dopo 212 chilometri.

il Giro dice di Modena…

Modena, il capoluogo della nostra provincia raccontata dal Giro: “Modena, al centro della pianura padana, è una città ricca di storia e di tradizioni concentrate attorno aPiazza Grande che, con il Duomo, la Ghirlandina e ilMunicipio, è stata proclamata patrimonio dell’UNESCO.

Grande attenzione merita anche il Palazzo Ducale, sede dell’Accademia Militare, che ha ospitato per secoli la Corte Estense.

La città è anche celebre per le sue eccellenze eno-gastronomiche come l’aceto di Modena D.O.P. e il Parmigiano D.O.P., ma anche lo zampone, i Tortellini ed il Lambrusco.

Oltre alla cultura culinaria, inoltre, Modena è famosa nel mondo per i motori: Ferrari e Maserati in primis”

Informazioni tratte dal sito ufficiale Giro d’Italia.it