Sestola, perla dell’Appennino Modenese fra paesaggi & leggenda.

Conosciuta come meta turistica invernale ed estiva, Sestola rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per l’Appennino Modenese e non solo. Allora che ne dite di scoprirla meglio?

 

rocca_sestola_veduta
Vista di Sestola dalla sua Rocca storica – Foto di Luca Nacchio

Dove si trova

Sestola si trova a 71 km da Modena, a 79 da Pistoia, a 81 da Bologna. Il territorio comunale sopra i 1.500 mt. s.l.m., oltre il Lago della Ninfa e Passo del Lupo, sorge all’interno del Parco del Frignano, il quale comprende tutto il crinale modenese, dal Parco Regionale dell’Alto Appennino Reggiano a quello bolognese del Corno alle Scale,

Perchè visitarla 

Vivere in sintonia con la montagna, in armonia con l’ambiente, il territorio e le tradizioni locali, è un’esperienza che a Sestola ci si può concedere da soli e con tutta la famiglia.
Le possibilità di vivere una vacanza su misura per piccoli e grandi sono infatti tantissime! Per riscoprire la natura incontaminata in tutta semplicità, si può approfittare dei territori protetti del Parco del Frignano o dei grandi spettacoli dei laghi e delle cascate presenti in tutto il comprensorio.

Quando andarci e cosa vedere (e fare)

Non a caso viene denominata “La Perla dell’Appennino”, Sestola è la più importante località turistica invernale della regione per via della vicinanza alla stazione sciistica del Monte Cimone, la principale dell’Emilia Romagna nonché una delle maggiori nell’Appennino. Nella stagione invernale Sestola e il  si rivelano un paradiso per gli amanti di tutti gli sport collegati alla neve: sci, snowboard, fondo, snow-kite, ciaspolate. Sport e montagna però non significano soltanto sci.

Finita la stagione invernale, la località si trasforma in vera e propria capitale dello sport estivo. Tantissime sono le opportunità, tutte da scoprire, per gli amanti delle discipline più diverse.

Attività sportive

Trekking, orienteering, digiscoping, arrampicata sportiva, river climbing, quadd, equitazione, canoa, golf, deltaplano, parapendio e molti percorsi dedicati alla MTB sono a disposizione per chi non può fare a meno del binomio tra fitness e natura. Strutture all’avanguardia per calcio, volley, basket, tennis e nuoto accolgono gli appassionati degli sport più tradizionali.

Sestola è meta ideale anche per trascorrere il tempo libero tra eventi culturali, tradizioni e per rilassarsi tra le verdi montagne Appenniniche.

Oltre ai monumenti degni di nota tra cui chiese, oratori ma anche borgate e case padronali, il complesso più interessante da visitare è sicuramente la Fortezza o Castello, che ospita diversi musei molto importanti tra cui quello degli strumenti musicali meccanici, uno dei pochi esistenti in Italia, e quello dell’Antica Civiltà Montanara.

Da gustare assolutamente!

Non puoi partire senza aver gustato la tradizionale Crescentina, specialità per eccellenza da molti conosciuta erroneamente come “Tigella”, nome derivante lo strumento utilizzato per cuocerla tuttora, condita con lardo e Parmigiano Reggiano prodotto direttamente dai caseifici locali.
Tante cose buone da gustare a Sestola, come del resto tutto l’Appennino Modenese: dalle crescentine ai borlenghi, dal croccante ai ciacci, passando per prodotti tipici come funghi, castagne e formaggi. D’altronde l’Appennino Modenese propone un repertorio di sapori assolutamente da scoprire.
La tradizione gastronomica montanara è unica nel fondere ricette senza tempo; tutti questi prodotti si possono acquistare presso le attività commerciali della zona o direttamente dalle aziende produttrici.
Informazioni prese da Emilia Romagna Turismo 
Per saperne di più su Sestola e i suoi meravigliosi dintorni, vi invitiamo a dare un’occhiata al nuovo sito d’informazione turistica locale www.visitsestola.com