Sagra della Castagna e del Marrone a Zocca

Nelle domeniche 8, 15 e 22 ottobre a Zocca si tiene la trentaduesima Sagra della Castagna. Lungo le vie del centro vengono allestiti gli stand gastronomici dove è possibili acquistare castagne e marroni (il “Marrone di Zocca”), derivati a base di farina di castagne (ciacci, polenta, mistocche, torte e dolci), e altri prodotti tipici della zona (come i borlenghi, le crescentine, salumi e formaggi). In piazza vengono accesi grandi braceri dove gli “spadellatori” cuociono le caldarroste. A contorno di questa grande festa popolare è presente anche un mercatino di oggetti d’altri tempi e vengono proposti vari spettacoli di animazione con gruppi folkloristici, ballerini, giocolieri, bande musicali.

Zocca è uno dei più importanti centri della “cultura della castagna”, ed è sede anche di un originale Museo del Castagno che testimonia l’importanza di questo albero e dei suoi frutti per l’economia locale. Tradizionale cibo dei poveri, il marrone e la castagna sono diventati col tempo anche cibo prelibato nelle tavole aristocratiche e rappresentano la base dell’alimentazione delle genti montane. La cucina tradizionale appenninica usa tutt’ora le castagne e i suoi derivati come la farina di castagne per le più svariate preparazioni: antipasti, primi, secondi, dolci e marmellate.

La varietà locale denominata “Marrone di Zocca” è tutelata da un proprio marchio che identifica la zona di produzione comprendente l’area Est dell’Appennino modenese, fino al limite del fiume Panaro, ed i comuni limitrofi del bolognese. La varietà del “Marrone del Frignano” fa invece riferimento alla parte dell’Appennino modenese ad ovest del fiume Panaro. Il “Marrone di Zocca” ed il “Marrone del Frignano” fanno parte del paniere dei prodotti tutelati dal marchio “Tradizione e sapori di Modena”, creato dalla Camera di Commercio in collaborazione con il GAL, i Comuni, le Comunità Montane e le Associazioni agricole delle aree interessate. Specifici disciplinari di produzione identificano le dimensioni e la qualità del prodotto oltre che i sistemi di confezionamento e le zone di produzione.

Lascia un commento