Tutto quello che c’è da sapere del Superzampone

Tutto quello che c’è da sapere del Superzampone

Super Zampone da oltre 1000 kg. la cui realizzazione è dovuta all’estro e all’arte dei “maestri salumieri” di Castelnuovo, che ogni anno, la seconda domenica di Dicembre, preparano e offrono gratuitamente a migliaia di persone questa vera e propria delizia della cucina locale, con abbondanti contorni di lambrusco e parmigiano.

Si tratta di una vera e propria festa popolare, che unisce il rispetto della tradizione con lo spirito “carnevalesco” e festoso.

LA STORIA

zampone3Non a caso l’invenzione della festa dello zampone più grande del mondo risale al 1989 ed è legata allo scherzo di un gruppo di castelnovesi che mise in mostra uno zampone di cartapesta lungo due metri.

L’idea fu raccolta dall’indimenticato “re dello zampone” Sante Bortolamasi che, con alcuni amici, pensò di realizzarne uno vero farcito con il classico ripieno.

Da allora la festa, che celebra in un clima carnevalesco e gioioso la tradizione dell’industria alimentare locale, è cresciuta di pari passo con lo zampone, arrivando ad attirare visitatori e curiosi da ogni parte d’Italia.

LA PREPARAZIONE super

Lo zampone gigante, tre metri di lunghezza per un metro di diametro, viene cotto in un’enorme zamponiera di acciaio inox lunga 4 metri.
La preparazione e la cottura (lo zampone anche quest’anno si avvicinerà alla  tonnellata di peso) durano circa tre giorni.
A mezzogiorno in punto, a cottura ultimata, viene “accompagnato” sul palco.
La grande “festa dello zampone” vede ogni anno la partecipazione di ospiti dal mondo dello spettacolo e dello sport, oltre la presenza delle maggiori autorità istituzionali, che hanno il compito di affettare il prezioso insaccato.

Edizione 2017 

Anche quest’anno i maestri salumieri hanno creato il super Zampone!
L’assaggio è previsto per domenica 3 Dicembre in Piazza a Castelnuovo Rangone.
Articolo redatto da Luca Nacchio