[Parlia-MO #10] An catèr gnanch un prèt in mèz a la neva ( NON TROVARE NEANCHE UN PRETE IN MEZZO ALLA NEVE )

Modi di dire, usanze popolari e frasi divenute celebri nel tempo. Tutto questo nella rubrica a cura di Gianluca Bellentani e Modena&Dintorni. 

Oggi scopriamo il modo d’uso del termine “An catèr gnanch un prèt in mèz a la neva” ( NON TROVARE NEANCHE UN PRETE IN MEZZO ALLA NEVE )

Neve
Neve

An catèr gnanch un prèt in mèz a la neva ( NON TROVARE NEANCHE UN PRETE IN MEZZO ALLA NEVE ) E’ questo un modo di dire dialettale ancora molto in voga.

Si usa questa metafora per indicare chi, per svogliatezza o superficialità, non riesce a trovare cose che sono invece visibilissime, come un prete (che veste in prevalenza con l’abito talare che e’ nero) in mezzo ad una distesa di neve ( che e’ bianca ).

Il contrasto trai due colori rende quindi la cosa praticamente impossibile. Per dire la stessa cosa, anche se molto meno frequente, si usa anche dire ‘’ An truvèr gnanch un sumèr in un prè sghè ( non vedere neanche un somaro in un prato segato ).

Amici di Modena&Dintorni, siete già iscritti alla nostra Newsletter? No potete farlo subito, cliccando sulla scritta “Newsletter” in arancione, basta compilare i dati, e il gioco è fatto.

 

La rubrica dialettale di Gianluca Bellentani, torna giovedi prossimo, mi raccomando… non mancate!

2 thoughts on “[Parlia-MO #10] An catèr gnanch un prèt in mèz a la neva ( NON TROVARE NEANCHE UN PRETE IN MEZZO ALLA NEVE )

  1. Cum as fà a ander a messa e ster a cà ?

    Post Scriptum non pubblicabile: la risposta c’è

Comments are closed.