Non è Natale senza Tortellini in Brodo. Preparazione&Ricetta.

tortellini3Non è Natale senza Tortellini in Brodo. Preparazione&Ricetta.

Come ogni anno in questo periodo le tavole si riempiono di bontà. Tra queste non possono mancare gli amabili tortellini in brodo.

A Modena e a Bologna si chiama tortellino, a Reggio Emilia e a Forlì cappelletto, a Parma e a Piacenza anolino… tanti nomi diversi per indicare il piatto tradizionale per eccellenza della cucina dell’Emilia Romagna: la pasta col ripieno.

Chiedere a Sud del Po se sia nato prima il tortellino o il cappelletto, oppure se il primato spetti all’anolino, vorrebbe dire innescare una polemica senza fine. A noi piace pensare che tortellino, cappelletto e anolino siano figli della stessa mamma, la grande pianura attraversata dal grande fiume e dalla stessa antica leggenda: il simpatico oste guardone che sbirciando Venere dal buco della serratura ne riprodusse con la sfoglia l’intrigante ombelico.

Ingredienti per 6 persone

per la sfoglia: 3 etti di farina e tre uova
per il ripieno e la cottura: 150 grammi di Parmigiano grattugiato, 100 gr di polpa di maiale, 100 gr di mortadella Bologna, 100 gr di prosciutto crudo, 100 gr di petto di pollo, 20 gr di burro, due uova, noce moscata, sale e per la cottura circa due litri di ottimo brodo di manzo e gallina o meglio ancora di cappone.

Preparazione tortellini

Fate rosolare nel burro per dieci minuti la polpa di maiale e il petto di pollo tritati finemente. Lasciate raffreddare in una terrina e aggiungete poi il prosciutto e la mortadella anch’essi ben tritati, le due uova, una presa di sale, un pizzico di noce moscata e il parmigiano grattugiato. Mescolate il composto finchè non sia ben omogeneo.

Ora versate sulla spianatoia la farina a fontana, unite le tre uova e amalgamate bene con la punta delle dita. Impastate poi energicamente per 15 minuti, finché l’impasto non sia ben sodo. Stendete la pasta con un matterello fino ad ottenere una sfoglia sottile.

Tagliate poi la sfoglia a quadri di 3 cm circa di lato. Al centro di ogni quadrato mettete una pallina di ripieno, poi ripiegate in due la pasta facendo combaciare i margini e premendo bene sui bordi. Piegate poi il tortellino attorno al dito indice e sovrapponete le due punte facendo forza perché restino ben unite.
Man mano che preparate i tortellini, li appoggerete su un telo o su un tagliere appena infarinato stando attenti a non sovrapporli. Lasciateli riposare qualche ora.
Portate a ebollizione i due litri di brodo, buttate i tortellini, mescolate con delicatezza e cuocete per due o tre minuti al massimo.

A tavola…

Per presentare ai vostri ospiti un brodo impeccabile gli esperti suggeriscono di preparare una dose doppia di brodo, metà vi servirà per la cottura e l’altra metà, bella limpida e senza frammenti di pasta e di ripieno, vi servirà per portarli in tavola. Ricordate nel fare i piatti che la tradizione vuole per ogni tortellino, un cucchiaio di brodo. Non mettete parmigiano sui tortellini perchè la dose nel ripieno è già sufficiente.

 

One thought on “Non è Natale senza Tortellini in Brodo. Preparazione&Ricetta.

  1. Se la tradizione proprio non fa al caso tuo o vuoi crearne una tutta tua e intendi portare in tavola primi piatti di Natale alternativi, puoi sempre optare per ricette “diverse”, che non contengono carne .

Comments are closed.